Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

81

parte sono fatte a mano per sbaglio, per industria, per zelo eziandio di chi governa.

Se in due Provincie, e Città vicine provvedute dalla natura in un anno di raccolta proporzionata, ed anche superiore al loro consumo, si usino diverse regole: cioè che dove in una la pietà del Governatore, ricevuta appena la notizia della raccolta, per far vivere i suoi Popoli nell’abbondanza proibisca l’estrazioni, obblighi a riempier il Mercato, a vendere per certo prezzo, nè risparmi industria, nè autorità per torre ogni ombra di carestìa: quando nell’altra niente si pensa a regolar il prezzo, lasciando correrlo tutto a seconda dei Venditori.

Chi non vede, che la prima da se stessa si fabbrica una pessima carestìa, e la seconda passerà l’anno nell’abbondanza? Poichè non perde niente questa della sua provvisione, anzi chiamandone dalla Provincia vicina, che corre all’alto prezzo anche ad onta delle proibizioni, si riempirà soprab-