Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

7

descrivono questi la complessione, i disordini, le cagioni della malattìa, acciocchè quindi il Perito pigli lume per ordinargli i medicamenti, e prescrivergli il metodo da tenersi in avvenire: E siccome non si biasima il zelo di costoro, quasi pretendessero di rimproverare al Perito la minor pratica, che egli ha dell’Infermo, così spero, che quei supremi Ministri, i quali hanno l’autorità sopra questa Provincia, gradiranno di essere informati de’ suoi andamenti, da chi vi ha interesse, e prova in pratica le cagioni delle sue rovine.

[Argomento odioso a prima vista.]Vedo bene, che io intraprendo a difendere una causa di pessima faccia, e che non vi è condizion di persone, cui non debba far ombra, ed apparite in qualche parte odioso il mio ragionamento. Gli Artisti, e la Plebe se li lanceranno contro in sentire biasimare la tanto desiderata Bonaccia, i Mercatanti paventeranno che ne venga danno a loro appalti; che più? Gli istessi devoti, e persone da bene si scandaliz-