Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/96

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
94

mi, da quali dipende colla forte dell’altre Provincie anche quella della Maremma, senza averne altra notizia, che quella della sua estensione che insegnano i Geografi, della sua desolazione che rappresentasi da qualche Viaggiatore. Niuno di essi ebbe mai l’incarico dal Sovrano di invigilare al suo mantenimento, al suo aumento, o l’obbligo di internarsi nella cognizione delle prime cause, dalle quali dipendono le sue rovine.

Io non credo, che sia un mancare del rispetto dovuto a tanti valenti Uomini, i quali col loro studio, colle loro lodevoli azioni illustrando la Curia, o aggiungendo ricchezze col loro traffico alla Città di Firenze si meritano di essere chiamati a parte del governo dello Stato distribuito in varj Magistrati, ed Ufizi, se dirò, che niente più può sperare la Maremma dalla loro condotta di quello, che potrebbe promettersene una valente Armata, la quale sotto del loro comando dovesse regolarsi nella con-