Pagina:Dizionario mitologico ad uso di giovanetti.djvu/320

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
202

tarrate vive, e sette altre furono condannale a diversi generi di supplir ii a loro scelta.

Le Vestali erano in molta considerazione presso i Romani. Esse avevano ira nense rendite. Il loro abito cotis steva iti una veste bianca ed un mantello color di porpora, ed i ripiegavano le staffe le pili preziose. L’ aceonciatura delta testa era composta di picciole bende ravvolte sul capo in piti giri. Le loro lettighe erano superbe, e venivano precedute da un littore. I consoli e i pretori, allorché incontravano una Vestale, rivolgevano altrove il loro cammino: e se qualche imb arano loro in pediva di scostarsi, fermavanst, e facevano abbassare dinanzi ad esse la scure e i fasci. Le Vestali assistevano liberamente a tutti gli spettacoli, ne 1 quali esse avevano un posto onorevole. Avevano ónche io specioso privilegio di salvare la vita al reo che a caso avessero incontrato sul cammino del supplizio.

Erano rappresentate con un velo sulla testa, tenendo una lampada accesa, ovvero un vaso a due manichi, pieno di fuoco; talvolta vedesi la sacerdotessa situata presso un altare antico, sul quale è uo braciere acceso.

Via lattea, è quella traccia biancastra, che osservasi nel Cielo, th tempo di notte, da Settentrione a Mezzo-giorno, formata dalla unione di un sorprendente numero di stelle. La Favola dice che siffatta bianchezza luminosa è il latte che grondò dalle mammelle di Giunone, allorché allattò Ercole ritrovata da lei in nn campo, dove avealo lasciato Àlcmena sua madre. jtBf0F

Vulcano, figlio, di Giove e di Giunone, dio del fucm