Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/172

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
FIA — 171 — FIG

Fiamante, avo. di zecca, nuovissimo.

Fiameta, sf. fiammella, fìammolina.

Fiancada, sf. fiancata.

Fianco, sm. fianco; lato; star ai fianchi, met. stare alle costole

Fiapeza, sf. flaccidezza.

Fiapir, vn. afflosciare, affloscire, ammencire, ammucidire, appassire, avvizzare, avvizzire, invizzire.

Fiapo, agg. floscio, vizzo; med. flaccido; mei. avvilito, chioccio.

Fiasca, sf. fiasca, fiasco; fiasca dei caziadori, dei viandanti, ecc. boracela; fiasca impaiada, fiasco impagliato; fiasca che ga la paia rota, bassetta; far veder el diavolo tn fiasca, v. cliavolo.

Fiascheta, sf. fiaschetta; fiaschete de la carafina, ampolle; — del vin e del aqua, per el servizio de la santa messa, ampolline, ampolluzze.

Fiasco, sm. fiasco; far fiasco, far fiasco, fare una damigiana, e con modo intensivo: far un de quei fiaschi, fare un fiasco solenne, — far la zuppa nel paniere.

Fiascpn, sm. fiascone.

Fiastro, sm. figliastro.

Fiatin, agg. e sm. briccica, inezia, micolino, nonnulla, pochetto, pocolino.

Fibia, sf. bandella; fibbia; fibia de le scarpe, per ornamento, ansa.

Fibiaza, sf. fibbiaccia.

Fibion, sm. fibbiona; fibbione.

Ficada, sf. fiocamente, ficcatura;-beccheggiamento.

Ficar, va. ammollare, appettare, appioppare, ficcare; figgere; imbonare; immergere; introdurre, intrudere; mettere; imbrogliare; appiccare; beccheggiare; ficar dentro per forza — turaccioli, e simili: inzeppare; ficar in testa — nel senso di replicare e insistere con forza: inculcare; ficarghela a qualchedun, accoccargliela a chi si sia; zercar de ficarghela, ordire agguati; ficarse in qualche famea, ficcare, o insaccare in casa d’altri.

Ficheta, smf. ficcanaso, ficchino, appiccichino, cafaggiaio, fiutafatti, intruso; esser una ficheta, essere come il matto fra i tarocchi.

Ficon(de), ara- difilato, immantinenti, issofatto, prontamente, subito.

Fidar, vn. affidare; fidare; fidar se, vnp. arrischiarsi, cimentarsi, fidarsi; che no se se poi fidar, infido: — .Del tempo no se se poi fidar. = • Il tempo è infido;“ fidarse xe ben no fidar se xe meio, v. ben.

Fidelini, smp. lo stesso che fedelini.

Fiduzia, sf. fiducia.

Fiduziario, sm. fiduciario.

Fiduzioso, agg. fiducioso.

Fiel, sm. bile, fiele; poet. felle; met. amarezza, dolore; cruccio, ira; de fiel, amaro come ’l fiel, fèlleo; ’co, o orco, o porco fiel, esclamazione ed imprecazione che s’usa in sostituzione d’alcuna altra più sentita; spudar fiel, met. avere il fiele nella lingua; intingere la penna nel fiele; tuti ga el su fiel, tn. prov. anche le colombe hanno il fiele.

Fien, sm. fieno; de fieri, fienale; chi che vendi fien al minudo, fienaiuolo; taiar el fien, disfienare; polvere de fien, fiorume; o de paia a de fien basta che ’l saco sia pien, loc. prov. ognuno vede il mantello nessuno vede il budello, — 0 di paglia o di fieno, purché il corpo sia pieno.

Fienil, sm. fenile, fienile; buso del fienil per butar el fien in stala, abbattifieno.

Fiepa, sm. seme — della cucurbitacee in generale, e particolarmente quello delle zucche. A Firenze girano per le strade i venditori di semi — semai — come da noi quelli dei brustolini; a Venezia chiamano brustolini 1 semi abbrustoliti. Fiero, agg. ardito, audace, aspro, feroce, fiero, terribile; poet. fero.

Fifa, sf. belone, bietolone, pecorone, piagnolone, piagnoloso.

Fifada, sf. piagnisteo, pianto.

Fifar, va. fignolare, frignare, piagnucolare; piangere; sm. piagnisteo; pianto.

Fifon, fifoto, agg. e sm. lo stesso che fifa.

Figa, sf. zi. centrolofo pompilo — centrolophus pompilius.