Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/417

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
SMO — 416 — SOG

Smorfiezi, smorfiosezi, smv. lo stesso che il pi, di smorfia, nel primo significato.

Smorzada, sf. smorzamento; estinzione, spegnimento.

Smorzador, sm. ammorzatolo, smorzo, sordina; smorzatore.

Smorzar, va. ammorzare, smorzare, spegnere.

Smover, va. muovere, smuovere; scommuovere.

Smovidura, sf. smovitura.

Smù (far), m. de’ sarti: far la bandiera, o fare una bandiera.

Smufarada, sf. furamento; rubacchiamento.

Smufarar, va. furare; rubacchiare,

Smusada, sf. smussamente.

Smusar, va. smussare. Snervada, sf. snervamento; debilitamene.), disnervazione, indebolimento sfibramento.

Snervado, agg. atonico, fievole, flacido floscio, indebolito, infiacchito, snerbato, snervato.

Snervar, va. snerbare, snervare; vn. debilitare, spossare. .

Snidar, va. snidare, snidiare.

Snodada, sf. snodamento; lussazione, slogatura.

Snodar, va. snodare; vn. lussare, tracollare.

Snombolada, sf. dilombamento; affaticamento, travaglio

Snombolar, va. dilombare, slombare; vnp. straccanarsi: — «Per guadagnarsi un fiorino poccioso ha dovuto straccanarsi tutt’il dì;“ scosciarsi: — „Bisogna scosciarsi per salir lassù in cima.“

Sobilada, sf. sobillamento, s,oducimento; aizzamento

Sobilador, sm. sobillatore; attizzino, istigatore.

Sobilar, va. sobillare, subillare

Socomber, vn. morire, soccombere, soggiacere; restar perdente.

Socorer, va. soccorrere; aiutare, giovare, — porgere aiuto.

Socorso, sm. aiuto, soccorso; domandar soccorso per mezzo di grida, di segnali: ammattare

Sodisfado, agg. appagato, pago, sodisfatto.

Sodisfar, va. adempiere, adempire, compiere, sodisfare; vnp. sbizzarrirsi, scapricciarsi.

Sodisfazente, agg. soddisfacente, sodisfacente.

Sodisfazentemente, avv. sodisfacentemente.

Sodisfazion, sf. sodisfacimento; sodisfazione.

Sofà, sm. canapè, divano, sofà.

Sofigada, sf. soffocamento, soffogamelo, soffocazione, soffogazione.

Sofigamento, sm. lo stesso che sofigada.

Sofigar, va. affogare; soffocare, soffogare; met. coprire, nascondere, occultare.

Sofigazo, sofigo, sm afa; alidore, ardore.

Sofigon, sm. soffocamento, soffocazione, soffogamento, soffogazione; a sofiyon, tri. avv. a battiscarpa, — a scappa e fuggi, — a desco molle, — in pugno.

Sofisticar, va. cavillare, sofisticare, sofistizzare, sottilizzare, e per sim. cercar cinque piedi al montone, o cercare il nodo nel giunco.

Sofisticarla, sf. soffisticheria, sofisticheria

Sofistico, agg. e sm. fisicoso, scrupoloso, soffistico, sofista sofistico.

Sofita, sf. caqueario (S. Bernardo), soffitta; sofita senza finestre, soffitta cieca; roba de meter in sofita, mei. cosa barbata, o rancida, o ricantata; tirar zo de sofita, met, attaccarla al ciel del forno, tirar sagrati.

Sofitar, va. soffittare.

Sofrida, sf. patimento, sofferenza, sofferimento.

Sofrir, vn. sofferare, sofferire, soffrire tribolare; comportare, patire; sopportare: — „Non sopporta simili inciviltà in casa sua;’ no poder sofrir uno, non poter patire quel tale.

Sogetazo, sw. soggettacelo, — cattivo soggetto.

Sogetar, va. assoggettare, soggettare, suggettare

Sogiogada, sf. soggiogamento.