Pagina:Dottrina dello Schiavo di Bari.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

15


          Guardati dal giuoco della zara.
Ch’ella par dolce, e poi ritorna amara:
Chi troppo la costuma, o chi l’impara.
88                              Fa follia.

          Figliuol, se vuoli usare mercanzia,
Usala con lialtade e cortesia:
Al tuo compagno non far fellonia,
92                              Nè lo ingannare.

          Poi se viaggio tu volessi fare,
S’al primo colpo non puoi guadagnare,
Vanne con Dio e non ti sgomentare
96                              Al buon mercato.

          Va pur innanzi, quando se’ inviato:
Ch’i’ ho veduto, e questo s’è provato,
Uomo perdare, e poi s’è dirizzato
100                              A guadagnare.

          Quando l’uom cade, sì si diè ingegnare,
A tutta sua possanza, di levare;
E non si dè lassare assiderare,
104                              Nè finire:

          Ch’i’ ho veduto questo addivenire:
A pover uom gran ricchezza venire;
Ma lo cattivo uom non può salire,
108                              Nè rallegrare.