Pagina:Dubbi amorosi.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(9)
RISOLUZIONE VII.


    Già Bartolo, nel titolo in che modo
Le servitù si perdono, nel fine
Della legge si locus, da nel chiodo,
Evuole che, se le strade son vicine,
Sia lecito passare in loco sodo,
Purchè sia parte congrua e di confine;
Talchè non gl'è tenuto anzi fu saggio
Quel, che nel tondo traversò il viaggio.


RISOLUZIONE VIII.


     Nella legge si ex plagis, si tiene
Paragrafo cum scilla, nei digesti,
E in legge Aquilia a carte piene
Si fanno simil casi manifesti,
E se per caso e non per colpa avviene
Di vita privo alcun per altri resti,
Sensa dubbio alcun si dee concedere,
Che non si possi in tal caso procedere.


RISOLUZIONE IX.


     Il capitolo terzo, nel fin, sente
Quæstione seconda, il dubbio oscuro
Nelle ventidue cause chiaramente
De canone lo mostra chiaro e puro,
E quel, ch’è ver mi piace veramente,
Esser non dee punito di spergiuro,
Perche parveli maschio e non commesse
Spergiuro alcuno, ancora che mal facesse.