Pagina:Dubbi amorosi.djvu/40

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 32 )
DUBBIO XI.


     Suor Tarsia al cesso andò credendol vuoto
Trovar, ma vi trovò fra Galeazzo,
S’infilò la meschina sul suo cazzo.
Ruppe la suor di castitate il voto?


DUBBIO XII.


     Un, che dal Papa avea licenza avuta
D’assolver d’ogni caso all’ora all’ora,
Fotte ben ben la madre suor Leonora,
poi l’assolve. Num sit benè absoluta?


DUBBIO XIII.


     Sul cazzo di Frà Biondo ardito e scaltro
Dimenandosi ben suor Cleofasè
Ruppe i coglioni al frate e il culo a sè.
Utrum deve dolersi l’un dell’altro?


DUBBIO XIV.


     Frà Astolfo, per mandar la sojaccìa,
Il cazzo al cul dei Fraticin fregava,
Onde per terra il seme gli cascava.
Utrum peccasse in re de Sodomia?


DUBBIO XV.


     Nel gran caldi di Luglio frate Alberto,
Per schivar l’ozio e tutti gl’altri vizj,
Menava il cazzo a tutti i suoi novizj.
Fù questa opra profana oppur di merto?