Pagina:Egloghe (Chiabrera).djvu/4

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

25

SE in questi miei versi non vedrete vigore d'ingegno, onde possano Molto Illus. sig. Riccardo esservi cari, si vi saranno almeno cari per la gratitudine, la quale in loro risplende; percioche essi sono Testimoni, come ne anco la Morte hammi potuto torre dall’animo il sig. Iacopo nostro; Di quì potrei dire, che a voi non doverà mai rincrescere l’havermi amato, poiche per chiaro essempio siete certo, che il vostro amore, et è al presente, e sempre sarà conosciuto da me. Sia io tanto avventuroso, che possa mostrare segno ad altrui, come nel mezo del cor mio son per guardarlo con perpetua memoria.