Pagina:Filippo.djvu/27

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Pur di Filippo il Figlio ami d’amore ....
Materno.

Isabella.

.... A’ miei pensier tu sol sei norma.
Tu l’ami ... o il credo almen ... Qual tu, pur’io 55
L’amo così.

Filippo.

Poi ch’entro il tuo ben nato
Gran cor livore madrignal non cape;
Nè ceco amor senti di Madre, or sii
Del mio Figliuol tu Giudice.

Isabella.

Ch’io? ....

Filippo.

M’odi.
Carlo d’ogni alta speme unico oggetto 60
Molt’anni fù, pria che ritorto il piede
Dal sentier di virtude, ogni alta mia
Speme tradisse. Oh! quante volte poscia
Paterne scuse ai replicati falli
Di mal docile Figlio in me cercai! 65