Pagina:Filippo.djvu/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Filippo.

Anzi, rimani.

Isabella.

Esporti 170
Osai, perchè il volesti, il pensier mio:
A che rimango or quì? Testimon vano
Tra ’l Figlio, e ’l Padre la Madrigna fia.

Filippo.

Vano? T’inganni: testimon mi sei
Quì necessario. Hai di Madrigna nome 175
Soltanto; e ’l nome, anch’obliar tu ’l puoi. —
Gli fia grato il tuo aspetto. Eccolo: ei sappia,
Che tu dell’amor suo, di sua virtude,
Di sua fè tu, mallevador ti fai.




SCENA QUARTA.

Filippo, Isabella, Carlo, Gomez.


Filippo.

PRence, t’appressa. Or dì, quando fia giorno, 180