Pagina:Filippo.djvu/64

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




FILIPPO TRAGEDIA.


ATTO QUARTO.


SCENA PRIMA.


Carlo





TEnebre, o voi del chiaro Sol più assai
Convenienti a questa Reggio, oh quale
M’arreca gioja il tornar vostro! Tregua
Non già ch’io trovi al mio dolor; ma tanti
Vili, ed iniqui aspetti almen non veggio.―5
Quì d’Isabella in nome Elvira vuolmi
Parlar? quì l’aspett’io: che mai dirammi?.....
Oh qual silenzio!.....infra i rimorsi dunque
Fra ’l sospetto, e i pensier torbidi scendi,
Placido sonno, ad ingombrar le ciglia 10
De’ Traditori, e de’ Tiranni? O sonno,
Tu, ch’ognor sfuggi l’innocente oppresso?―
Ma duro a me non è ’l vegliar: co’ miei