Pagina:Flavia Steno - Cosi mi pare.djvu/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

23


di onore, il senso di diffidenza e di paura che almeno si traduce in salvaguardia contro le conseguenze socialmente gravissime della dedizione.

Ma per ritornare all’argomento, perchè l’asserto apparentemente nobilissimo dei novelli matriarchi apparisse qualcosa di meglio di una deliziosa ipocrisia, bisognerebbe che almeno la maternità fosse consacrata davvero cosa sublime e dalle leggi e dagli uomini e dai costumi in qualunque circostanza si verifichi — bisognerebbe che la sola differenza di fatto fra le madre-moglie e la madre-fanciulla, fosse un maggior diritto, per questa, alla tutela della legge e all’assistenza della società — bisognerebbe ancora che il significato della parola bastardo scomparisse non solo dalla vita, ma ancora dalla memoria degli uomini.

Per ora, nelle condizioni di fatto della nostra società, contro la maternità, la donna che non è moglie deve stare in guardia come contro la peggiore sventura che possa toccarle.

Questi sono fatti, non chiacchiere.

A parte queste constatazioni, io voglio anche ammettere per un istante che tutte le donne siano mogli, che tutte le mogli siano madri.