Pagina:Gemma Giovannini - Le donne di casa Savoia.djvu/211

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


[immagine da inserire]

XVII.

BEATRICE DI PORTOGALLO

n. 1504 — m. 1538


   D’alto affetto
Maestra è la beltà.


Poiche' da Cornelia a Napoleone I, i figli sono sempre stati riguardati come i tesori e le glorie delle madri; poiché i più valenti educatori affermano, essere sulle ginocchia di esse che si formano gli uomini, a Beatrice di Portogallo, madre di Emanuele Filiberto, devono Savoia ed Italia la più grande rimoscenza, congiunta alla maggior venerazione.

Emanuele Filiberto fu tra gli antichi il più grande della stirpe sabauda. Fu sotto il suo governo che la Savoia incominciò a figurare nella storia. Egli fu che prescrisse la lingua italiana nei suoi Stati, dove fino allora non erasi parlato che francese; e di un paese povero, diviso e corrotto, compose e ordinò una delle più ordinate monarchie, risvegliando e alimentando nel suo popolo il sentimento nazionale.