Pagina:Gemma Giovannini - Le donne di casa Savoia.djvu/356

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
298 le donne di casa savoia

L’ultimo suo tratto di spirito fu questo. Era moribonda, ed una persona della sua casa si avvicinò al letto e le disse: «Principessa, la vostra vita è troppo preziosa per lo Stato, e il cielo non vorrà privarnelo sì presto». Essa rispose, come fra sé: «Principessa oggi, niente domani, e fra due giorni dimenticata!» — Parole piene di senso e di verità.

Due giorni dopo veniva chiusa nella tomba a San Dionigi.