Pagina:Girard - Trattato del piede negli animali domestici.pdf/281

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 275 —

Art. 3.° ACCIDENTI CAGIONATI

UNICAMENTE DALLA FERRATURA.

Questi accidenti leggeri o gravi derivano tanto dall’imperizia o dall’ignoranza del maniscalco, quanto dalla poca attenzione o negligenza usata praticando la ferratura. Gli uni sono prodotti dalla mal diretta imbrocciatura dei chiodi; gli altri provengono dall’inconsiderata applicazione del ferro; alcuni altri infine dipendono dal cattivo uso dell’incastro. Spesse volte il ferratore non si dà pena di pareggiare il piede, ed attacca nuovi ferri senza abbattere l’ugna esuberante. Prendendo allora lo zoccolo troppo volume, sopraccarica il membro, lo rende pesante, soggetto ad inciampare, a sforzi di nodello, ad essere affetto da riprensione, e ad avere la forchetta più o meno alterata. Alle volte il maniscalco abbrucia l’ugna col ferro rovente, affine d’intenerirla e poter pareggiare più facilmente; ed allorchè vi ha molto piede, applica molte volte questo ferro caldo e che non è più rosso, lo tiene molto tempo sulla parte, nell’interno della quale fa penetrare una quantità tale di calorico, da produrre la suola abbruciata e determinare una disunione più o meno estesa d’ugna dal tessuto sotto-ungulato. Alle volte pareggia inugualmente i quarti, rende il piede di traverso ed affa-