Pagina:Giro del mondo del dottor d. Gio. Francesco Gemelli Careri - Vol. I.djvu/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
10 Giro del Mondo

ordinati balconi di ferro l’un l’altro in altezza. Quivi le navi, par che stiano in sicura pace in braccio alla terra lor contrario elemento, tanto n’è sicuro il fondo; onde m’ammiro, che il Tavernier1, che annovera fra’ migliori porti del nostro continente quello di Goa, Costantinopoli, e Tolon, ponga poi in non cale quello di Messina, che non solo non è inferiore a qualunque de’ mentovati; ma può dirsi il primo Emporio d’Europa, a causa del gran traffico, e passaggio necessario a tutte le nazioni della medesima. E’ custodita l’entrata dal Castello Salvadore, dalla Cittadella, e da altre Fortezze.

Quanto alla Città ella è Sedia Arcivescovale, e cassa di moneta del Regno. Sono fioriti in lei sempremai uomini illustri, e di presente l’ornano professori di tutte le scienze, ed una Accademia di belle lettere. Le Chiese sono assai belle, i palagi magnifici, le strade spaziose, le Dame belle, e spiritose. il Cielo benigno, il terreno fertile, i Borghi amplissimi; e ’l mare può dirsi un vivajo d’ogni qualità di pesci grati al palato. In fine quanto si può desiderare, per lo comodo vitto, vestire, e lusso, abbondevolmen-

te

  1. Ioan Bapt. Tavernier lib. 1. 2. par. cap. 13.