Pagina:Goethe - Ricordi di viaggio in Italia nel 1786-87.djvu/136

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 122 —

posizione. Dacchè ho letto nel Palladio e nel Vitruvio, in qual modo si edificassero le città, in quali luoghi si dovessero collocare i templi, gli edifici pubblici, cotali particolari assumono grande importanza a miei occhi, ed anche in questa parte gli antichi erano maestri. Il tempio sorge a mezzana altezza, sul punto del monte dove s’incontrano due colline, nella località denominata in oggi la piazza. Trovasi questa alquanto in pendenza, e sboccano in essa quattro strade, le quali formano una croce di San Andrea, salendo due in alto e scendendo due al basso. È probabile che non sussistessero nei tempi antichi le case le quali sorgono oggidì di fronte al tempio, e che chiudono la vista. Rimosso questo ostacolo la vista si stenderebbe verso il mezzodì, in una contrada fertilissima, ed il tempio sarebbe visibile da ogni parte. La direzione delle strade può essere antica, imperocchè seguono queste la forma e le pendenze del monte. Il tempio non sorge nel mezzo della piazza, ma in modo da essere visto subito, da chi arriva da Roma. Meriterebbero essere disegnati non solo l’edificio, ma la località pure, felicissima.

Non potevo saziarmi di contemplare la facciata, cotanto la è geniale e felicemente connessa in ogni sua parte. È d’ordine corinzio, e le colonne distano l’una dall’altra alquanto più di due moduli. I fusti delle colonne, ed i loro plinti, sembrano sorgere sopra piedestalli, ma non ne hanno che l’apparenza, imperocchè il zoccolo è interrotto in cinque punti, e fra gl’intervalli stanno cinque gradini, i quali portano sul piano dove posano propriamente le colonne, e dal quale si ha l’accesso all’interno del tempio. L’idea d’interrompere il zoccolo, trovava qui la sua retta applicazione, imperocchè, senza di ciò, sorgendo il tempio sopra un monte, sarebbe stato di mestieri prolungare di molto la gradinata, e restringere quindi l’area della piazza. Non si può riconoscere quanti gradini rimangono interrati; sono tutti sotterrati, ad eccezione di pochi, e trovansi ricoperti dal selciato. Mi allontanai a malincuore da quel bel monumento, proponendomi di