Pagina:Goldoni - Memorie, Sonzogno, 1888.djvu/8

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
6 avvertenza


introdurle in una Biblioteca di Classici. Il Goldoni scrisse le sue Memorie in Francia, e in lingua francese e quelle che si conoscono generalmente in lingua italiana, sono una traduzione. Le Memorie in francese uscirono alla luce in Parigi l’anno 1787, e nell’anno seguente lo Zatta le pubblicò tradotte in lingua italiana a Venezia. Altre traduzioni vennero poi fatte in Toscana; ma tanto queste, come quella di Venezia, e non esclusa l’ultima di Firenze del 1861, sono traduzioni orribili per ciò che risguarda la lingua. Io, per migliorare questo libro, che credo utile e di piacevole lettura, consultai il testo francese, raffrontai le varie traduzioni, e poi, senza nulla togliere della semplicità e vivezza dello stile, procurai di correggere i vocaboli, le frasi e i costrutti, che ritraevano evidentemente dall’indole della lingua francese. Con questo bucato credo, che siano scomparse dalle Memorie del Goldoni, se non tutte, in grandissima parte le macchie che offendevano l’occhio dei lettori, i quali tengono in qualche pregio la purezza e la proprietà della lingua nativa. Con ciò non pretendo dire, che la traduzione delle Memorie del nostro autore non sia capace di una maggiore perfezione; ma credo di potere affermare coscienziosamente, che la presente edizione delle Memorie di Carlo Goldoni è di gran lunga migliore di tutte le precedenti.

Francesco Costèro.