Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1909, VI.djvu/198

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
188


i due Zanotti: Giampietro, pittore e poeta, fratello maggiore al celebre Francesco. Se le recite filodrammatiche, dove tra altri dilettanti emerse la contessa Paracciani, destarono la sua attenzione, con che interesse non avrà seguito l’esecuzione di tante e tante sue commedie che il Medebac offeriva allora, nel teatro Formagliari, a una folla di spettatori plaudenti! (Ricci, op. cit. pp. 109, 468; Masi, La vita i tempi gli amici di F. Albergati. Bologna, 1888, p. 118).

E. M.


Questa commedia uscì la prima volta a stampa nel t. VIII dell’ed. Paperini di Firenze, che ha la data del 1754, e poco dopo a Pesaro (Gavelli, VIII, ’54), a Bologna (Corciolani, XI, '55), a Torino (Fantino e Olzati, IX, ’57). Si trova ancora nelle edd. Savioli (IV, ’70) e Zatta (cl. 2. t. X, ’91) di Venezia, Guibert e Orgeas (XII, ’73) di Torino, Bonsignori (XXIII. ’90) di Lucca, Masi (XXV, ’92) di Livorno e in altre del Settecento: ma non già nelle edd. Bettinelli e Pasquali. - La presente ristampa seguì l’edizione di Firenze (Paparini) curata dall’autore, che per l’Incognita servì di testo a tutte le altre.