Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, VII.djvu/266

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
254

violentemente ad oscurarlo s’avanza, è una virtù che non è comune; è la virtù che rende ammirabile il mio Protagonista; è quella che potrebbe in un caso simile con somma facilità segnalarsi nell’animo di V. E., a cui profondamente m’inchino.

Di V. E.




Umiliss. Devotiss. Obbligatiss. Serv.
Carlo Goldoni.