Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1911, XI.djvu/45

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IL FESTINO 39

ATTO SECONDO.

SCENA PRIMA.

Camera in casa di madama Doralice.

Don Alessio e Targa servitore.

Alessio.

Che diavolo ha mia moglie, che grida in tal maniera?
L’ha con me? l’ha con te? l’ha colla cameriera?

Targa.

Vada, signor: non sente che strilli, che schiamazzo?

Alessio.

Andar quand’è infuriata? affè, non son sì pazzo.
Madama è una bestiaccia, e per poter soffrirla,
Non trovo altro rimedio che quello di sfuggirla.
Ma si sa perchè grida?

Targa.

 Grida perchè dal sarto
Di certa guarnizione si è errato nel comparto.