Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1913, XVI.djvu/237

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ATTO SECONDO.

SCENA PRIMA.

Camera.

Leonardo e Mariuccia.

Mariuccia. Venga, venga, signor Leonardo, che non ci è nessuno.

Leonardo. Non e’ è nessuno?

Mariuccia. Nessuno. Posso dir di esser sola. Ci è il vecchio, che non esce mai, ma come se non ci fosse; è sordo, e possiamo parlare con libertà.

Leonardo. Mia moglie non è stata qui?

Mariuccia. Sì signore, la signora Felicita ci è stata. Ma è andata a spasso colla mia padrona.

Leonardo. Quella donna mi vuol far perdere la pazienza.

Mariuccia. Per dire la verità, io non so come la sopportiate. Tutto il giorno in maschera; ogni sera al teatro, ogni notte al festino.