Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1913, XVI.djvu/389

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ATTO SECONDO.

SCENA PRIMA.

Camera.

Brigida, poi Toni.

Brigida. Cossa mai xe sta cossa? mo cossa mai voi dir,

Che sto sior conte Anselmo no lo vedo a vegnir?
Per devertirme un poco, el me fa vegnir qua,
El va via, e no lo vedo; che el m’avesse impianta?
No crederà ve mai. La sarà ve un’azion
No miga da un sior conte, ma da un poco de bon.
Vien el puto dasseno, el me saverà dir,
Se el l’ha catà (’) gnancora, se el se vede a vegnir.
Toni. Patrona reverita.
(I) Calar, trovare. V. scena precedente.