Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1913, XVI.djvu/429

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ATTO QUINTO.

SCENA PRIMA.

Camera con lumi.

Brigida ed Ottavio.

Brigida. Fin che sior Lelio baia, ghe vorave parlar.

Ott.AV10. Sono con voi, signora.
Brigida. Lo prego a perdonar.
Che el me diga de grazia. Come xelo sto intrigo?
Falò per mi dasseno, o per burlar l’amigo?
Credelo che sior Lelio me possa un dì sposar?
Da tuli sti reziri cossa possio sperar?
Ottavio. Ora che siamo soli, vi parlerò sul sodo.
L’amico ha poco spirito, per questo io me lo godo.
Lelio ha vari fratelli: il primo è maritato;