Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/324

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


1930: (miscellanea) 317 gito e che poteva ritentare la prova: certo anche la grande serietà di Orsini, che non era un qualunque scalmanato, dovette imporsi. Il Panzini poi dimentica che c’era stata la guerra di Crimea e l’orienta¬ mento generale di Napoleone pro-italiano tanto che l’attentato di Or¬ sini sembrò spezzare la trama già ordita. Tutta la «ipotesi» del Panzi¬ ni si basa poi sul famoso pugnale, che non è detto fosse della Carbo¬ neria. È proprio un romanzo alla Ponson. Cfr Quaderno 23 (vi), pp. 38-46. § {39 )• Passato e presente. Il problema della capitale: Roma - Milano. Funzione e posizione delle più grandi città: Torino - Trieste - Genova - Bologna - Firenze - Napoli - Pa¬ lermo - Bari - Ancona ecc. Nella statistica industriale del 1927 e nelle pubblicazioni che ne hanno esposto i risultati, esiste una divisione di questi dati per città e per centri indu¬ striali in generale? l. (L’in|dustria tessile presenta zone in¬ dustriali senza grandi città, come biellese, comasco, vicen¬ tino, ecc.). Rilievo sociale e politico della città italiana. Questo problema è coordinato a quello delle «cento cit¬ tà», cioè della agglomerazione jn borghi (città) della bor¬ ghesia rurale, e della agglomerazione in borgate contadine di grandi masse di braccianti agricoli e di contadini senza terra dove esiste il latifondo estensivo (Puglie, Sicilia). È collegato anche al problema di quale gruppo sociale eserciti la direzione politica e intellettuale sulle grandi masse, dire¬ zione di primo grado e di secondo grado (gli intellettuali esercitano spesso una direzione di secondo grado, poiché es¬ si stessi sono sotto l’influsso dei grandi proprietari terrieri e questi a loro volta, direttamente e indirettamente, in modo parziale o in modo totale, sono diretti dalla grande borghe¬ sia, specialmente finanziaria). § ( 40 ). Riforma e Rinascimento. Le osservazioni spar¬ samente fatte sulla diversa portata storica della Riforma protestante e del Rinascimento italiano, della Rivoluzione francese e del Risorgimento (la Riforma sta al Rinascimen¬ to come la Rivoluzione francese al Risorgimento) possono essere raccolte in un saggio unico con un titolo che potrebbe