Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/328

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


1930: (miscellanea) 321 Stato e del Partito alla cosidetta «maggioranza» dei rappre¬ sentati, in realtà a un gruppo che si pone come antistato e antipartito e che finisce con l’esercitare indirettamente il potere. Nel caso del patto d’alleanza apparve chiaro che il potere non apparteneva al partito. Al patto d’alleanza corrispondevano gli strani legami tra partito e gruppo parlamentare, anch’essi d’alleanza e di pa¬ rità di diritto. Questo sistema di rapporti faceva si che con¬ cretamente il partito non esistesse come organismo indipen¬ dente, ma solo come elemento costitutivo di un organismo più complesso che aveva tutti i caratteri di un partito del la¬ voro, discentrato, senza volontà unitaria ecc. Dunque i sin¬ dacati devono essere subordinati al partito? Porre cosi la quistione sarebbe errato. La quistione deve essere imposta¬ ta cosi: ogni membro del partito, qualsiasi posizione o ca¬ rica occupi, è sempre un membro del partito ed è subordina¬ to alla sua direzione. Non ci può essere subordinazione tra sindacato e partito, se il sindacato ha spontaneamente scel¬ to come suo dirigente un membro del partito: significa che il sindacato accetta [liberamente] le direttive del partito e quindi ne accetta liberamente (anzi ne desidera) il controllo sui suoi funzionari *. Questa quistione non fu impostata giustamentenel 1919, quantunque esistesse un grande precedente istruttivo, quel¬ lo del giugno 1914s: perché in realtà non esisteva una po¬ litica delle frazioni, cioè una politica del partito. § ( 43 ). Passato e presente. Un episodio piuttosto oscu- 24 bis ro, per non dire losco, è costituito dai rapporti dei riformi¬ sti con la plutocrazia: la «Critica Sociale» amministrata da Bemporad, cioè dalla Banca Commerciale (Bemporad era anche l’editore dei libri politici di Nitti), l’entrata dell’inge¬ gnere Omodeo nel circolo di Turati, il discorso di Turati Ri¬ fare Vltalìa! sulla base dell’industria elettrica e dei bacini montani, discorso suggerito e forse scritto in collaborazione con TOmodeo \