Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/335

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


8 QUADERNO 3 (XX) sta fosse la quistione principale. E pensare che il Sighele era un democratico e che appunto per ciò si staccò a un certo punto dal movimento nazionalista. [In ogni caso forse è da collegare questo opuscolo del Sighele alle concezioni «orga¬ niche» del Comte]a. § (48). Passato e presente. Spontaneità e direzione con¬ sapevole\ Dell’espressione « spontaneità » si possono dare diverse definizioni, perché il fenomeno cui essa si riferisce è multilaterale. Intanto occorre rilevare che non esiste nel¬ la storia la «pura» spontaneità: essa coinciderebbe con la «pura» meccanicità. Nel movimento «più spontaneo» gli elementi di «direzione consapevole» sono semplicemente incontrollabili, non hanno lasciato documento accertabile. Si può dire che l’elemento della spontaneità è perciò carat¬ teristico della «storia delle classi subalterne» e anzi degli elementi più marginali | e periferici di queste classi, che non hanno raggiunto la coscienza della classe «per sé» e che per¬ ciò non sospettano neanche che la loro storia possa avere una qualsiasi importanza e che abbia un qualsiasi valore la¬ sciarne tracce documentarie. Esiste dunque una «molteplicità» di elementi di «dire¬ zione consapevole » in questi movimenti, ma nessuno di essi è predominante, o sorpassa il livello della « scienza popola¬ re » di un determinato strato sociale, del « senso comune » ossia della concezione del mondo [tradizionale] di quel de¬ terminato strato. È appunto questo l’elemento che il De Man, empirica¬ mente, contrappone al marxismo, senza accorgersi (appa¬ rentemente) di cadere nella stessa posizione di coloro che avendo descritto il folklore, la stregoneria ecc. e avendo di¬ mostrato che questi modi di vedere hanno una radice stori¬ camente gagliarda e sono abbarbicati tenacemente alla psi¬ cologia di determinati strati popolari, credesse di aver « su¬ perato» la scienza moderna e prendesse come «scienza mo¬ derna » gli articolucci dei giornali scientifici per il popolo e “ Aggiunto in epoca posteriore