Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/414

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


1930: (miscellanea) 407 l’edifizio è l’estrinsecazione sociale dell’arte, la sua «diffu¬ sione», la possibilità data al pubblico di partecipare alla bellezza (quando è tale), cosi come il libro stampato Cade Pobbiezione del Tilgher al Croce1 a proposito della «memoria» come causa dell’estrinsecazione artistica: l’ar¬ chitetto non ha bisogno dell’edifizio per «ricordare» ma del progetto. Ciò sia detto anche solo considerando la «memo¬ ria» crociana come approssimazione relativa nel problema del perché il pittore dipinge, lo scrittore scrive ecc. e non si accontenta di costruire fantasmi per solo suo uso e consu¬ mo: e tenendo conto che ogni progetto architettonico ha un carattere di «approssimazione» maggiore che il manoscrit¬ to, la pittura ecc. Anche lo scrittore introduce innovazioni per ogni edizione del libro (o corregge le bozze modificando ecc., cfr Manzoni): nell’architettura la quistione è più com¬ plessa, perché l’edifizio è compiuto mai in sé [completamen¬ te], ma [deve avere degli adattamenti] anche in rapporto al «panorama» in cui viene inserito ecc. (e non si possono fare di esso delle seconde edizioni così facilmente come di un li¬ bro ecc.). Ma il punto più importante da osservare oggi è questo: che in una civiltà a rapido sviluppo, in cui il «pano¬ rama» urbano deve essere molto «elastico», non può nasce¬ re una grande arte architettonica, perché è più difficile pen¬ sare edifizi fatti per l’«eternità». In America si calcola che un grattacielo debba durare non più di 25 anni, perché si suppone che in 25 anni l’intera città «possa» mutare fisio¬ nomia, ecc. ecc. Secondo me, una grande arte architettonica può nascere solo dopo una | fase transitoria di carattere «pratico», in cui cioè si cerchi solo di raggiungere la massi¬ ma soddisfazione ai bisogni elementari del popolo col mas¬ simo di convenienze: ciò inteso in senso largo, non cioè so¬ lo per quanto riguarda il singolo edifizio, la singola abitazio¬ ne o il singolo luogo di riunione per grandi masse, ma in quanto riguarda un complesso architettonico, con strade, piazze, giardini, parchi, ecc. § ( 156 ). Lorianismo. Trombetti e la monogenesi del lin¬ guaggio. La « Nuova Antologia », che in un articolo di Pe-