Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/448

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


cono tutte alla sola « metamorfosi dello strumento tecnico ». Il Croce aggiunge poi che il Marx non si è mai proposto questa indagine in¬ torno alla causa ultima della vita economica. « La sua filosofia non era cosi a buon mercato. Non aveva "civettato” invano con la dialettica dello Hegel, per andar poi a cercare le "cause ultime” »7. (Tutta una serie di argomenti da studiare). Cfr Quaderno 11 (xviii), pp. 43bis-44bis. § (20). Croce e Marx. Il valore delle ideologie (vedi note prece¬ denti). Nel volume Materialismo storico ed economia marxistica, a p. 93: «Simile concezione (diritto di natura, stato di natura ecc. del sec. xvm)J è colpita, in verità, solo di sbieco dalla critica del Marx, il quale, analizzando il concetto di natura, mostrava come esso fosse il complemento ideologico dello svolgimento storico della borghesia, un’arma potentissima di cui questa si valse contro i privilegi e le op¬ pressioni, che mirava ad abbattere. Quel concetto potrebbe essere sor¬ to come strumento per un fine pratico e occasionale ed essere nondi¬ meno intrinsecamente vero» ecc. Appare qui lo stesso pregiudizio contro il valore intrinseco delle ideologie o il pregiudizio che Marx negasse questo valore: in realtà l’intrinseco di questa ideologia era il suo carattere storico di utilità di classe, quindi molto reale e di molto valore (rivedere nel caso questo passo del Croce). Cfr Quaderno 10 (xxxni), pp. 27a- 28. § (21). La tecnica del pensare. «Gli strumenti mentali e morali di cui l’uomo dispone sono sempre i medesimi: l’osservazione, l’espe¬ rimento, il ragionamento induttivo e deduttivo, l’abilità manuale e la fantasia inventiva. A seconda del metodo con cui questi mezzi sono usati si ha un indirizzo | empirico o scientifico dell’attività umana, 37 bis con questa differenza fra i due: che il secondo è molto più rapido ed ha un rendimento molto maggiore» (Mario Camis, L'aeronautica e le scienze biologiche, in «Nuova Antologia» del 16 marzo 1928)l. Ragionare semplicisticamente. Esempi di questo ragionamento che, secondo l’opinione comune, è il modo di ragionare della grande maggioranza degli uomini (il sentimento o l’interesse immediato tur¬ bano il processo logico). Esempio del ragionamento di Babbitt sulle organizzazioni sindacali: «Una buona associazione operaia è una buo¬ na cosa perché impedisce i sindacati rivoluzionari che distruggereb¬ bero la proprietà. Però nessuno dovrebbe essere costretto a entrare in una associazione. Tutti gli agitatori laburisti che tentano di costrin¬ gere degli individui a entrare in una associazione dovrebbero essere impiccati. In breve, sia detto tra noi, bisognerebbe non permettere nessuna associazione; e poiché questa è la maniera migliore di com¬ batterle, ogni uomo d’affari dovrebbe appartenere a una associazione 442 v /•