Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/530

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


V v 1930-1932: IL CANTO DECIMO DELL’INFERNO ' ' 523 mazione fa comodo per non affaticare le sue meningi; poi¬ ché egli si reputa grande uomo politico e grande teorico del¬ la politica, gli sarà facile dare una interpretazione politica del canto X dopo aver leggiucchiato il canto nella prima edi¬ zione venuta alla mano, servendosi delle idee generali che circolano sulla politica di Dante e di cui ogni buon giornali¬ sta di cartello, come il Morello, deve avere una qualche infa¬ rinatura nonché un certo numero di schede d’erudizione. Che il Morello non abbia letto che superficialmente il canto X si vede dalle pagine in cui tratta dei rapporti tra Fa¬ rinata e Guido Cavalcanti (p. 35). Il Morello vuol spiegare l’impassibilità di Farinata durante lo svolgimento «dell’epz- sodio» di Cavalcante. Ricorda l’opinione del Foscolo, per il quale questa indifïerenza dimostra la forte tempra dell’uo¬ mo, che « non permette agli affetti domestici di distoglierlo dal pensare alle nuove calamità della patria» e del De Sanc- tis, per il quale Farinata rimane indifferente, perché «le pa¬ role di Cavalcante giungono al suo orecchio, non all’anima, che è tutta fisa in un pensiero unico: l’arte mal appresa». Per il Morello vi può essere «forse una spiegazione più con¬ vincente». Cioè: « Se Farinata non muta aspetto, né muove collo, né piega costa, così come il poeta vuole, è, forse, non perché insensibile o non curante del dolore altrui, ma per¬ ché ignora la persona di Guido, come ignorava quella di Dante e perché ignora che Guido ha stretto matrimonio con sua figlia. Egli è morto nel 1264, tre anni prima del ritorno dei Cavalcanti a Firenze, quando Guido aveva sette anni; e si fidanzò con Bice all’età di nove anni (1269), cinque anni dopo la morte di Farinata. Se è vero che i morti non posso¬ no conoscere da sé i fatti dei vivi, ma soltanto per mezzo delle anime che li avvicinano, o degli angeli o dei demo¬ ni, Farinata può non conoscere la sua parentela con Guido e rimanere indifferente alle sorti di lui, se nessuna anima o | [nessun] angelo o demone gliene abbian portata notizia. 4 bis Cosa che non pare avvenuta». Il brano è strabiliante da parecchi punti di vista e mostra quanto sia * deficiente la disciplina intellettuale del Morello. 1) Farinata stesso dice aNel ms: «non sia» ,524 x; QUADERNO 4 (xill