Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/576

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


miscellanea) 569 non una repubblica italiana? Perché i grandi navigatori ita¬ liani servirono altri paesi? La ragione di tutto questo è da ricercare in Italia stessa, e non nei turchi o in America. La borghesia si sviluppò meglio, in questo periodo, con gli Sta¬ ti assoluti, cioè con un potere indiretto che non avendo tut¬ to il potere. Ecco il problema, che deve essere collegato con quello degli intellettuali: i nuclei borghesi italiani, di carat¬ tere comunale, furono in grado di elaborare una propria ca¬ tegoria di intellettuali immediati, ma non di assimilare le categorie tradizionali di intellettuali (specialmente il clero) che invece mantennero ed accrebbero il loro carattere co¬ smopolitico. Mentre i gruppi borghesi non italiani, attra¬ verso lo Stato assoluto, ottennero questo scopo molto facil¬ mente poiché assorbirono gli stessi intellettuali italiani. Forse questa tradizione storica spiega il carattere monarchi¬ co della borghesia moderna italiana e può servire a com¬ prendere meglio il Risorgimento. §(32). Ugo Foscolo e la retorica letteraria italiana. I Sepolcri devono essere considerati | come la maggiore 18 bis «fonte» della tradizione culturale retorica che vede nei mo¬ numenti un motivo di esaltazione delle glorie nazionali. La «nazione» non è il popolo, o il passato che continua nel «popolo», ma è invece l’insieme delle cose materiali che ri¬ cordano il passato: strana deformazione che poteva spie¬ garsi ai primi dell’800 quando si trattava di svegliare delle energie latenti e di entusiasmare la gioventù, ma che è ap¬ punto « deformazione » perché è diventato puro motivo de¬ corativo, esteriore, retorico (l’ispirazione dei sepolcri non è nel Foscolo simile a quella della così detta poesia sepolcra¬ le: è un’ispirazione «politica», come egli stesso scrive nella lettera al Guillon) *. $ 4 § ( 33 >. M. Iskowicz, La Littérature à la lumière du ma- térialisme historique, 1929, 30 franchi (annunziato nel bol¬ lettino del i° febbraio 1929, «Nouveautés», Listes men¬ suelles de la M.L.F.)1. «