Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/585

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


O 5 (ix) collaboratore: è vero che tale collaborazione è significativa anche per giudicare la politica dello stesso Giolitti. Impac¬ ciati e reticenti sono anche gli accenni di Tittoni a Sonnino e a Rudirn. Ondata anticlericale del 1907. Nel luglio 1907 scanda¬ lo Fumagalli - don Riva \ e fatti di Alassio. Tittoni clerica- leggiante. Tittoni propugnatore della guerra civile. Tittoni era ri¬ masto colpito dal fatto che per riunire la forza pubblica ne¬ cessaria a fronteggiare i tumulti scoppiati in una località, oc¬ correva sguarnire altre regioni: durante la settimana rossa del giugno 14, per reprimere i moti di Ancona si era sguar¬ nita Ravenna, dove poi il prefetto, privato della forza pub¬ blica dovette chiudersi nella Prefettura abbandonando la città ai rivoltosi. «Più volte io ebbi a domandarmi, che cosa avrebbe potuto fare il Governo se un movimento di rivolta fosse scoppiato contemporaneamente in tutta la penisola». Tittoni propose al Governo l’arruolamento dei «volontari dell’ordine», ex combattenti inquadrati da ufficiali in con¬ gedo. Il progetto di Tittoni parve degno di considerazione, ma non ebbe seguito. Il Partito Popolare. Tittoni aveva riposto molte spe¬ ranze nel Partito Popolare e vi avrebbe aderito, se esso non fosse stato diverso da quello che era stato il primo movi¬ mento cattolico politico. Contro Miglioli, ma anche contro Meda e Rodino. § (42). Enrico Catellani, La libertà del mare, «Nuova Antologia» del i° aprile 1929 \ § (46). Claudio Faina, Il carburante nazionale, «Nuo¬ va Antologia» del 16 aprile 1929 (continua Particolo dello stesso Faina pubblicato precedentemente dalla «Nuova An¬ tologia» e rubricato altrove)\ § (47). Azione Cattolica. Gianforte Suardi nella «Nuo¬ va Antologia» del i° maggio 1929 (Costantino Nigra e il 4 1 1930-1932: