Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/660

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


miscellanea) 653 ch’essa e gli umanisti (salvo poche eccezioni) dinanzi ai ro¬ ghi abiurarono (cfr il capitolo su Erasmo pubblicato dalla «Nuova Italia» dal libro del De Ruggiero, Rinascimento, riforma e Controriforma)5. Il contenuto [ideologico] del Rinascimento si svolse fuori d’Italia, in Germania e in Francia, in forme politiche e filo¬ sofiche: ma lo Stato moderno e la filosofia moderna furono in Italia importati perché i nostri intellettuali erano anazio¬ nali e cosmopoliti come nel Medio Evo, in forme diverse, ma negli stessi rapporti generali. Nell’articolo del Rossi vi sono | altri elementi, interessali- 62 ti, ma essi sono di carattere particolare. Bisognerà studiare il libro del Rossi sul Quattrocento (coll. Vallardi)6, il libro del Toffanin, Cosa fu Vumanesimo (ediz. Sansoni)7, il li¬ bro del De Ruggiero su citato, oltre le opere classiche sul Rinascimento pubblicate da scrittori stranieri (Burkhardt, Voigt, Symonds, ecc.). 1 § ( 124 ). Tassato e presente. Alcuni intellettuali. Il ba¬ rone Raffaele Garofalo: il suo articolo sull’amnistia pub¬ blicato nella «Nuova Antologia» e annotato in un altro quaderno \ la sua conferenza nel volume L'Italia e gli ita- liani del secolo xix a cura di Jolanda De Blasi2. Giovanni Gentile: il suo discorso a Palermo nel 1925 (o 24? cfr la nota di Croce in Cultura e Vita morale)3. Antonio Baldini: la sua conferenza nel volume curato dalla De Blasi su Car¬ ducci, D'Annunzio, Pascoli\ Il Garofalo rappresenta la vecchia tradizione del latifondista meridionale (ricordare il suo passo al Senato per fare aumentare i canoni enfiteutici e per mantenere nel nuovo Codice la segregazione cellula¬ re)5; il Gentile e il Baldini altro tipo d’intellettuali, più «spregiudicati» del Garofalo. Del Gentile è da ricordare il discorso agli operai romani, contenuto nel suo volume su Fascismo e cultura (edizione Treves)6. 24 i