Pagina:Guida della montagna pistoiese 1878.djvu/66

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
56 da pistoia a san marcello


cui appartiene. (Vedi per la descrizione di questi luoghi l’Itinerario da Porretta a Pistoia).


Da PISTOIA a SAN MARCELLO

(tutta per via carrozzabile)



La via Nazionale fino al confine della Provincia Modenese a Boscolungo, dischiusa dal Granduca Leopoldo I nel 1767 per opera dell’ingegnere Leonardo Ximenes, giunge nel centro della montagna, che è la Terra di San Marcello.

Da Pistoia a San Marcello è di chilom. 32 e mezzo.

Da Pistoia a Boscolungo chilom. 54.

È una strada sino alle Piastre, (versante sett.) incantevole per la vegetazione de’ suoi colli, e per le vedute della pianura pistoiese e fiorentina, e per l’aspetto delle tre città Pistoia, Prato e Firenze, comprese nella bella cinta dell’Appennino, sopra una superficie di circa 400 miglia quadrate; nella parte più centrale, più ubertosa e ridente, e più popolata della Toscana.

L’Appennino per Serravalle si ricongiunge a mezzodì coi monti di sotto, sino in prossimità di Firenze, cui soprastanno le belle colline dell’Apparita. Sicchè a tal vista potrebbe ripetersi ciò che l’Ariosto disse già di Firenze e de’ suoi dintorni:

Se dentro un mur, sotto un medesmo nome
     Fosser raccolti i tuoi palazzi sparsi,
     Non ti sarien da pareggiar due Rome.