Pagina:Historia della Sacra Real Maestà di Christina Alessandra Regina di Svetia.pdf/87

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Libro Secondo 49

tendo dunque il Viola spuntar il suo negotiato nella maniera dal Prencipe pretesa finalmente si trovò per temperamento, che S. A. andasse a vederla privatamente come fece, trattato nel modo che s’usa con Cavalieri privati.

Vennero poi il Duca Francesco di Lorena (da Sua Maestà ricevuto pure privatamente), il Conte di Fuensaldagna, e diversi altri Grandi di Spagna, che furono trattati nella forma, che usa con loro il Re Cattolico, facendoli coprire. [Molti Principi e gran Signori vanno a visitar la Regina.]Il tamburetto, ch’è una sedia minore, solita concedersi dalle Regine alle Principesse di gran conditione, fu dato alle Duchesse di Ascot, di Auray, & alla Principessa di Ligny, tutte Dame Fiamenghe, ch’andarono a riverirla, essendo tutte mogli di Grandi di Spagna.

Il Rè d’Inghilterra, mandò pure il Conte di Nortwick a congratularsi seco, l’Elettore di Brandembourg, inviò il Conte Mauritio di Nassau, & altri. Anche la Principessa di Condè, inviò un suo Gentilhuomo a passare con Sua Maestà i dovuti complimenti. Mentre la Regina dimorò in Anversa si trattenne sempre in essercitij nobili, passando tall’hora il tempo nel godere di alcune rappresentationi morali, e sopra tutto nel prendere conoscimento di molti virtuosi, che d’ogni parte concorrevano per ossequirla, e rendersi noti a Sua Maestà.

Sopravennero poi dall’Haya incognite la Regina di Boemia già moglie dell’Elettor Palatino, e sorella del Rè Carlo Primo d’Inghilterra, la Principessa Eli-