Pagina:Il Trentino.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
10 IL TRENTINO.

e un cronista dello stesso tempo, cioè l’autore del Chronicon Gozacense, giunge a collocarlo a Verona. 1

Se non pochi, sono però sempre dubbi ed incerti, come quelli che siam venuti citando, gli accenni al nostro paese degli storici e cronisti fino a Marin Sanuto (sec. XV), che nel suo Itinerario per la Terraferma veneziana ci dà due piccoli prospetti d’Arco e di Riva con relativa descrizione 2, al Flavio Biondo 3, che nella sua Italia illustrata dà del nostro paese tocchi abbastanza sicuri ed evidenti, al Volterrano e a molti altri minori, che spesso camminano, e non sempre bene, sulla falsariga del Biondo. Solo negli ultimi anni del quattrocento si doveano avere dei lavori che, se non di carattere geografico, potessero dirsi almeno particolarmente diretti all’illustrazione della nostra regione. Il primo documento di tal genere è il panorama della città di Trento, dipinto fra il 1490 e il ’94 con minuziosa esattezza e con squisito sentimento d’arte da Alberto Dürer 4 al quale seguono alla distanza di quasi un secolo le carte prospettiche di Trento del Braun (1574), dell’Hogenberg (1581), del Bertelli (1599), quella del territorio di Trento del Magini (1596), la carta della Rezia nel Teatro dell’Ortelio di cui un’edizione porta la data del 1573, nonché quella del Mercatore comprendente la Marchia Tarvisina e il Tirolo del 1589. Durante questo secolo però non mancano scrittori che s’occupano estesamente del Trentino; per citarne tre soli ricordo lo storico G. P. Pincio che ne trattò nel suo Cronicon tridentinum (Mantuae 1546), il geografo Leandro Alberti nella sua Descrittione di tutta Italia (Bologna 1550) e fra i viaggiatori stranieri Michele de Montaigne nel suo viaggio in Italia. 5



  1. Rolando. Geografia politica e corografia dell’Italia imperiale nei secoli IX e X. In «Arch. Stor. ital.» Serie IV, vol. V, 1881.
  2. Itinerarium Marini Sanuti filij patritij Veneti cum sjndicis Terre Firmae. Edito nel 1847 a Padova da Rawdon Brown.
  3. Flavii Blondi. Italiae illustratae. Veronae, 1482.
  4. Alberti G. La più antica veduta di Trento. Trento, Zippel, 1898.
  5. Al. D’Ancona. L’Italia alla fine del sec. XVI; giornale del viaggio di Michele Montaigne in Italia nel 1580 e 1581. Città di Castello, 1889.