Pagina:Il diavolo.djvu/167

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Conventi invasi dal diavolo 159

intero convento essere invasi in brevissimo tempo dai diavoli. Basterebbe ricordare a tale proposito il celebre esempio delle Orsoline di Loudun, uno dei meno antichi e dei più noti. A cominciare dalla badessa, suor Giovanna degli Angeli, le diciassette suore del chiostro furono tutte invase dal diavolo, e le rivelazioni ch’esse fecero agli esorcisti e ai magistrati costarono la vita al povero Urbano Grandier, che era stato loro confessore, e che fu arso per mago. L’esempio delle monache di Loudun può dirsi in certo modo recente, perchè del secolo XVII; ma esempii molto più antichi non mancano. Nel 1490, le suore del monastero di Quercy, nel Belgio, furono invase dai diavoli, e rimasero indemoniate quattr’anni. Nel 1124 furono invasi dai diavoli i religiosi del monastero di Prémontrè, fondato da san Norberto. Le danze epidemiche, le quali a più riprese, e in varie province d’Europa, apparvero nel corso del medio evo, erano ancor esse fenomeni di possessione generale e contagiosa.