Pagina:Il mio cuore fra i reticolati.djvu/46

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 44 —

noi cinque qui presenti, uno dopo l'altro, ci siamo slanciati all'attacco, e uno dopo l'altro siamo stati graziosamente respinti.

— È un fenomeno spiegabile, più di quanto si immagina. Le donne che hanno bisogno di molto danaro, sono fedelissime a chi glielo procura, anche a costo di non avere amante.... del cuore.

Asserito questo assioma col tono di chi se ne intende profondamente, Franco Arbace si alzò per uscire.

— Verrai dunque stasera? — chiesero i due studenti, con una premura in cui forse era un segreto desiderio di associare il nuovo collega ai loro insuccessi verso Maura.

— Sì... forse... non ne sono ben certo.

— Diamine: due attrazioni così forti: Diana Savelli alla ribalta e Maura Demauris in palco!

— Per me non significano niente, nè l'una nè l'altra, ma tuttavia... è probabile che verrò.

*

Andò infatti a teatro. Un po' seccato che si potesse credere che fosse là per l'una o per l'altra delle due donne. Egli invece pensava molto a Glorietta Crimi: pensava a quell'apparizione di purità e di sogno che stava per guidarlo verso altre vie, forse verso una ri-