Pagina:Il terremoto del 1832 nello stato ecclesiastico.pdf/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24

contraddizioni, le ipocrisie, gli scandali ridonderanno a vantaggio della cattolica religione, e che la guerra degli stolti a questa madre santissima sarà sempre la sua gloria, perchè istituita e conservata dall’Eterno. Non dubitiamo però punto, che la giurisdizione temporale del pontefice acquistata dalla generosità de’ principi, il che è qualche cosa di meno di quella, che si aveva da Eli, possa per le stesse ragioni che si leggono nell’antico testamento esser tolta al papa, se mai non giunge a vedere, e riparare i frequenti e gravi errori de’ suoi figli nell’amministrazione. Se l’esperienza ha insegnato ai regnanti cosa produsse in Europa l’ostinazione di Carlo X, non mancheranno le profonde viste delle alte potenze, e le sollecitudini delle corti italiane ad ottenere ad ogni costo una buona dose di vera felicità per i popoli degli stati romani. In allora come il popolo di Dio passato sotto il dominio dei re per castigo della sacerdotale caparbietà non cessò di esser popolo di Dio, così i popoli dello stato ecclesiastico ritolti dall’oppressione