Pagina:Il terremoto del 1832 nello stato ecclesiastico.pdf/43

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

37

una scarsa lega al N. O. da Foligno, somma quattromila duecento cinquantanove abitanti. Il suo Collegio Felice, valutato persino dalle agiate famiglie della metropoli, i templi, l’elegante moderno teatro, le case ripiene di vetusti monumenti, possono dirsi cose che più non sono, perchè, o diroccate del tutto o divenute all’uso inservibili. Tutta la popolazione raccolta in un vicino Colle, passa ora le fredde notti in capanne di tavole dopo di avervene passate di molte fra gl’incomodi di dirotte piogge a cielo scoperto.

Cannara, borgo soggetto al governo di Spello, distante tre scarse leghe al N. O. da Foligno, abitato da circa novecento popolani, decorato nell’interno di sette chiese e di due nell’esterno, ebbe la sciagura di vedersi quasi annichilare... Nella Torre della Morte furono distaccate le due campane e senza frangersi, sbalzate una nel tetto della chiesa, l’altra nella pubblica strada... La morte appellò il traviato colla paterna voce del nume; il traviato serrò le orecchie al salutare avviso della morte... Per la