Pagina:Iliade (Monti).djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
v.590 libro terzo 81

   Disse; ed al letto s’avvïaro, ei primo,590
Ella seconda; e l’un dell’altro in grembo
Su i mollissimi strati si confuse.
   Come irato lïon l’Atride intanto
Di qua di là si ravvolgea cercando
Il leggiadro rival; nè lui fra tanta595
Turba di Teucri e d’alleati alcuno
Significar sapea, nè lo sapendo
L’avría di certo per amor celato;
Chè come il negro ceffo della morte
Abborrito da tutti era costui.600
   Fattosi innanzi allora Agamennóne,
Teucri, Dardani, ei disse, e voi di Troia
Alleati, m’udite. Vincitore
Fu, lo vedeste, Menelao. Voi dunque
Elena ne rendete, e tutta insieme605
La sua ricchezza, e d’un’ammenda inoltre
Ne rintegrate che convegna, e tale
Che memoria ne passi anco ai nepoti.
Disse; e tutto gli plause il campo acheo.