Pagina:In morte di Lorenzo Mascheroni.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(15)

perchè stampato più volte unitamtnte alla celebre Triodìa dei Sepolcri, aggiugnerà pregio a questa edizione, la quale a buon titolo dovrà essere considerata siccome la prima della Mascheroniana.

Ove la fama del Monti non fosse già una valevole raccomandazione ad ogni cosa che porta il suo nome, il favorevole giudizio del pubblico sui tre primi canti dev’essere uno stimolo a gustare i due rimanenti, ancor più sublimi, noti finora a pochi e ristretti amici del poeta, e desiderati indarno di comune diritto da tutti i ben educati ingegni italiani. In quanto a noi, se con questa nostra tenue fatica avremo potuto in qualche modo contribuire al propagamento di utili dottrine, e a richiamare gl’inesperti da quei sogni di farnetica libertà, che la ciarlataneria dei settarj va per tutto disseminando con danno gravissimo della libertà vera, legittima e santa: non sarà già nostro il merito, ma saranno tutt’al più alcuni fiori, che si vanno spargendo per nostra mano sulle onorate ceneri dell’illustre Cantore.