Pagina:Kant - Considerazioni sul sentimento del sublime e del bello, Napoli, 1826.djvu/55

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
54 del sublime e del bello

bile secreto che lo spinge a cercare nel suo esterno, un punto d’osservazione, dal quale possa esaminare la sua propria condotta, scorgere le sue più fuggitive apparenze, e giudicare della impressione che produrrà sullo spettatore. Sì fattamente i varj gruppi si riuniscono in un quadro d’ammirabile effetto, in cui l’unità regna in seno alla varietà, e nel di cui insieme risplendono al tempo stesso e la bellezza e la dignità dell’umana natura.


CAPITOLO III.

Della differenza del Sublime e del Bello nel
rapporto dei sessi.


Colui che il primo comprese tutte le donne sotto la denominazione generica di Bel Sesso, non ebbe forse altra intenzione che d’indiriger loro un lusinghevol complimento: ma in ciò il suo giudizio è stato più giusto che non pare averlo creduto egli stesso. Giacchè, senza osservare che la lor figura ha maggior finezza, che più dolci e più delicati sono i loro tratti, che la lor fisonomia, nell’espressione delle amabili passioni, contiene più grazie, che le loro celie meglio conseguono lo scopo cui tendono, che più impegna la loro affabilità; senza obbliare di non far più entrare in linea di conto quella forza magica con cui esse dominano, a lor profitto, le nostre proprie inclinazioni; siam noi forzati di riconoscere che esistono nella natura di tal sesso, tratti particolari che il separano evidentemente dal nostro, e che tendono in un