Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/168

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
136


fu spinto dall’acqua sulla superficie. Quello che gli antichi, come, per esempio, Erodoto, VIII, 8, raccontano di Scyllias di Sciona nella Macedonia, cioè, ch’egli sotto il governo di Serse abbia camminato per la distanza di 80 stadj dal promontorio Afete, presso Magnesia in Macedonia, fino ad Artemisio, il punto più settentrionale di Eubea, per dare ai Greci la notizia del naufragio della loro flotta, appartiene al regno delle favole.

Per immergersi con maggior comodo, per restare più tempo sott’acqua, e per lavorarvi meglio, si sono inventate le campane urinatorie. Egli è noto, che un vaso voltato in giù ed immerso nell’acqua non si riempie mai interamente, ma immergendolo con forza alla profondità di 33 piedi, vi monta l’acqua sino alla metà; a quella di 66 piedi, solamente a 2/3 e alla profondità di 99 piedi, fino a 3/4 del vaso. L’aria però vi è compressa in modo, che i marangoni perirebbero, se a tale accidente non s’ovviasse col riempiere la campana d’aria fresca, anche durante la sua discesa.

Si scelgono a quest’uopo le campane, poichè resistono maggiormente alla pressione;