Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/277

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

245


trovato un passaggio sufficiente nello stretto di Sunda, e ha battuto tanto contro le coste di Sumatra, finchè ha diviso quest’isola dalla terra ferma. Presentemente si precipita dal sud al nord verso l’imboccatura del Gange, ove ai è scavato il gran seno di Bengala. Quivi ripiega il corso, e passa lungo la costa di Coromandel fra la terra ferma e l’isola di Ceilan (quest’isola come le Maldive e le Laccadive furono per la medesima ragione divise dalla terra) sulle sponde dell’Africa, ove, senza rammentare la quantità delle isole che vi si trovano, lavora continuamente a dividere questa parte del mondo dall’Asia; e siccome è costretto a correre in su nel mar rosso, così dirige egualmente il corso dal sud al nord, come gli viene prescritto dalle coste; e la sua rapida corrente fece dell’entrata nel mar rosso una porta di lagrime, questo volendo significare le parole Bab el Mandeb. Quivi naufragano vascelli innumerabili, e gli scogli e il fondo di questo mare sono coperti de’ loro avanzi.

Lungo le coste di Ajan e di Zanguebar corre l’oceano accanto all’Africa, ove si è scavato lo stretto grande e largo di Mozambique, per mezzo del quale scorre verso il Ca-