Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/367

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

335


Si è osservato da gran tempo che l’acqua di questo mare, anche nell’estate più calda, è più fresca degli altri mari. Le onde non vi si alzano tanto come nel mare del nord, ma sono più corte e si seguitano l’una l’altra più presto: il muggito che producono in tempo di calma, è molto più debole che sulla spiagge di altri mari ove regna la medesima calma. Tutto ciò è cagionato dalla sua poca profondità, la quale in molti siti appena arriva a 10 braccia, e sull’altura appena a 50 braccia. Possiamo dunque applicare qui nuovamente la spiegazione fatta, pag. 127, riguardo al freddo sopra i banchi di sabbia; poichè è certo che ne’ tre punti principali, co’ quali questo mare è unito coll’oceano, le correnti inferiori nella profondità di 4 fino a 6 braccia introducono dell’acqua fredda: il vento poi rimuove il mare fino al fondo in quei siti ove ha poca profondità.

I tre seni del baltico sono dunque il seno della Livonia, la di cui punta interna si estende fino a Mittau e Riga; il seno della Botnia che passa quasi in linea retta verso il nord, e dà al baltico la maggior estensione, di modo che da Colberg nella Pome-