Pagina:L'Utopia e La città del Sole.djvu/148

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
124 la citta' del sole.

duità, e da un libro chiamato Georgica, apprendono que’ segreti che richiedonsi per la pronta nascita e felice moltiplicazione delle sementi. Si lavora solamente quella porzione di territorio che basta ai bisogni dei cittadini, il rimanente è lasciato al pascolo degli animali.

Altissima stima è fatta anche della nobile arte che risguarda la procreazione e l’allevamento di buoi, cavalli, pecore, ecc. Non inviano al pascolo gli stalloni insieme alle cavalle, ma quando occorre gli accoppiano nell’atrio delle stalle campestri, e per l’oroscopo osservano il Sagittario in buon aspetto con Marte e Giove. Per il genere bovino guardano il Toro, per le pecore l’Ariete, ecc., secondo la dottrina. La famiglia degli animali domestici trovasi sotto le Pleiadi. Le donne con piacere conducono al pascolo le anitre e le oche fuori della città, e là sono luoghi in cui le rinchiudono, ed altri dove possono preparare cacio, burro, ed ogni specie di latticinj. Nutrono anche abbondante numero di capponi, ecc., ed in tutto questo si perfezionano leggendo un libro detto Buccolica. Abbondano d’ogni cosa, desiderando ciascuno mostrarsi primo nel lavoro, perchè non faticoso, e sempre utile, e gli animi loro sono docili, ed obbediscono volentieri a chi è preside dei ministeri, e lo chiamano re. Nè questo nome spiace loro essendo creazione degli abitanti solari, e non l'intendendo a modo degli ignoranti, e certamente tu meraviglieresti vedendo l’ordine con cui uomini e donne indistintamente procedono sotto l'obbedienza del re; e ciò fanno senza rincrescimento come appresso noi, stimandolo un padre od un fratello d’età maggiore. Hanno boschi e foreste abbondanti di fiere ed animali per l’esercizio della caccia.

L’arte nautica è tenuta in pregio, ed hanno navi, alcune delle quali mediante un mirabile artificio viaggiano senza vele e remi. Conoscono il corso delle stelle, il flusso ed il riflusso del mare. Navigano per acquistare novelle cognizioni intorno a genti, a paesi,