Pagina:La Donna e il suo nuovo cammino.pdf/125

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il nuovo orientamento della donna ecc. 115


oggidì sorride leggendo simili affermazioni; essa sa che per la sua natura passionale — passionale nello spirito non meno che nella carne — può benissimo servirsi di tutte le forze della ragione, quando e come vuole, senza il minimo pericolo di restarne schiava! Per raggiungere questa sicurezza di immunità, il suo spirito, è vero, dev’essere sveglio, ed in molte femministe immature, o premature — non saprei come chiamarle altrimenti — io spirito, ben distinto dall’intelletto, non è ancora un fattore cosciente. Da ciò, e da nient’altro, derivano quegli aridi esemplari del movimento femminile che non sembrano altro che deboli imitazioni dell’uomo. Ma questi non dovrebbero servire a screditare la donna matura, e le sue capacità, più che non lo faccia un adolescente che pretenda alle dignità d’un uomo avanti tempo: gli neghiamo queste dignità oggi, ma ci teniamo pronti a riconoscergliele domani. La imitazione è certo un segno sempre di immaturità e di futilità, ma la donna di spiriti maturi non imita nessuno: essa resta sempre sè stessa — cioè, spontanea e vicina alla natura, materiale e spirituale, in qualunque campo agisca. Cerchiamo di spiegare che cosa significa questo nella vita politica di domani.

Saremmo forse d’accordo nel ritenere che questa guerra sia in parte scaturita, e certo vien prolungata, non solo da uno spirito d’aggressione da una parte, ma pure da molte false ideologie dall’altra. È stato frequente nella vita di ieri di scambiare le ideologie per l’idealismo vero — le teorie per la verità. Incapaci della vera libertà, perchè indisciplinati in ogni più profondo senso, ci attaccavamo furiosamente ad ogni sua parvenza. La democrazia, come intesa oggi, è una massa di queste vane parvenze. Volendo prendere un’illustrazione dal mio proprio paese, posso ammet-